Istat.it lunedì 21 agosto 2017, ore 13:54 
  Home   separatore grafico   L'Istituto   separatore grafico   Sala stampa   separatore grafico   Dati e prodotti   separatore grafico   Servizi   separatore grafico   Strumenti   separatore grafico   Censimenti   decorazione grafica
decorazione grafica vai al nuovo www.istat.it  freccia
Dati e prodotti
Home : Dati e prodotti : Catalogo : : 30 grafici : Risparmio, reddito e consumi delle famiglie
Stampa il testo Ingrandisci il testo

Risparmio, reddito e consumi delle famiglie

economia italiana

sistema
delle imprese

mercato
del lavoro

difficoltà delle famiglie

Europa 2020
Periodo di riferimento: Anni 2000-2010
Pubblicato il: 27 maggio 2011
freccia sinistra sfoglia i grafici freccia destra

Risparmio, reddito e consumi delle famiglie

Propensione al risparmio, tasso di crescita del reddito disponibile e della spesa per consumi finali delle famiglie consumatrici. Variazioni e valori percentuali
Fonte: Istat, Conti nazionali

Nel 2010 il reddito disponibile delle famiglie consumatrici è tornato a crescere (+1 per cento), dopo la flessione del 3,1 per cento registrata nel 2009. Anche la spesa per consumi finali delle famiglie, che era diminuita dell’1,8 per cento nel 2009, ha segnato una crescita, pari al 2,5 per cento in termini nominali. La dinamica dei consumi, più sostenuta rispetto a quella del reddito, ha ulteriormente ridotto il risparmio delle famiglie, la cui propensione al risparmio nel 2010 si è attestata al 9,1 per cento, il valore più basso dal 1990, con una perdita di 1,4 punti percentuali rispetto all’anno precedente.



L'indicatore

Nel grafico vengono presentati il tasso di crescita del reddito disponibile, il tasso di crescita della spesa per consumi finali e la propensione al risparmio delle famiglie, quest’ultima definita come rapporto tra il risparmio lordo delle famiglie e il loro reddito disponibile.



Definizioni

Reddito lordo disponibile: aggregato che esprime i risultati economici conseguiti nel periodo di riferimento dalle famiglie residenti. Esso è ottenuto sommando ai redditi primari (reddito misto, risultato lordo di gestione, redditi da lavoro dipendente ricevuti, redditi da capitale netti) i flussi economici derivanti dalle operazioni di redistribuzione del reddito (quali imposte dirette e contributi sociali pagati, prestazioni sociali ricevute ed altri trasferimenti correnti). Rappresenta , quindi, l’ammontare delle risorse che le famiglie possono destinare a consumo o risparmio.
Spesa per consumi finali delle famiglie: valore della spesa che le famiglie sostengono per l’acquisto di beni e servizi necessari per il soddisfacimento dei propri bisogni individuali.
Risparmio lordo: aggregato che misura la parte di reddito lordo disponibile che le famiglie non impiegano in consumi finali.
Propensione al risparmio delle famiglie: quota del risparmio lordo sul reddito disponibile lordo delle famiglie.

Grafico e dati (xls 398 kbyte)
 

webinfo
disclaimer - copyright - privacy

Istat - Istituto nazionale di statistica
Via Cesare Balbo 16 00184 - Roma tel. +39 06 46731