Istat.it lunedì 21 agosto 2017, ore 13:51 
  Home   separatore grafico   L'Istituto   separatore grafico   Sala stampa   separatore grafico   Dati e prodotti   separatore grafico   Servizi   separatore grafico   Strumenti   separatore grafico   Censimenti   decorazione grafica
decorazione grafica vai al nuovo www.istat.it  freccia
Dati e prodotti
Home : Dati e prodotti : Catalogo : : 30 grafici : Ore di aiuto erogate
Stampa il testo Ingrandisci il testo

Ore di aiuto erogate

economia italiana

sistema
delle imprese

mercato
del lavoro

difficoltà delle famiglie

Europa 2020
Periodo di riferimento: Anni 1983 e 2009
Pubblicato il: 27 maggio 2011
freccia sinistra sfoglia i grafici freccia destra

Ore di aiuto erogate

Ore di aiuto erogate nei dodici mesi precedenti l'intervista a persone non coabitanti per tipologia di aiuto e sesso. Composizioni percentuali
Fonte: Istat, Indagine multiscopo sulle famiglie: Famiglia e soggetti sociali

L’aumento della quota di individui che forniscono almeno un aiuto (care giver) (dal 20,8 per cento del 1983 al 26,8 per cento del 2009) è stato accompagnato da una riduzione del numero medio di ore dedicate agli aiuti informali e da un crescente numero medio di tipi di aiuti per care giver (da 1,3 nel 1983 a 1,7 nel 2009). Cambia anche la distribuzione delle ore erogate dalla rete informale per assistere gli adulti e i bambini: nel 1998 il numero di ore dedicate in un anno all’assistenza di adulti era di poco inferiore a quello destinato ai bambini (759,3 milioni, contro 805,5 milioni); nel 2009 il numero di ore per gli adulti subisce una flessione (730,5 milioni) e il numero di ore per la cura dei bambini cresce di oltre il 50 per cento (1 miliardo e 322 milioni). Diminuiscono tra il 1998 e il 2009 anche le ore dedicate alle prestazioni sanitarie, mentre aumentano quelle per compagnia e accompagnamento. Le donne continuano a essere il pilastro delle reti di aiuto informale sia come persone coinvolte sia per carico di lavoro erogato: considerando il tempo dedicato solamente all’aiuto principale, alle donne si devono annualmente 2,2 miliardi di ore destinate ai componenti di altre famiglie, pari ai due terzi degli oltre 3 miliardi di ore spese complessivamente dalla rete informale per l’aiuto principale. Diverso il coinvolgimento di donne e uomini nei differenti tipi di aiuto: le ore di attività domestiche sono svolte soprattutto dalle donne (84,5 per cento), così come quelle per assistenza di adulti (73,0), cura di bambini (66,7), aiuto nello studio (61,5), compagnia, accompagnamento e ospitalità (57,2) e prestazioni sanitarie (57,1 per cento).Le ore di aiuto per pratiche burocratiche sono equamente divise (50,4), mentre le ore di aiuto per il lavoro extradomestico (ad esempio aiuto di un familiare nella gestione di un negozio o dell’attività lavorativa) sono svolte da uomini per il 75,2 per cento.



L'indicatore

Il grafico mostra la composizione percentuale per genere per ciascun tipo di aiuto erogato a persone non coabitanti. Per aiuto si intende quello fornito dalle persone di 14 anni e più a titolo gratuito (care giver) a persone non coabitanti con l’individuo intervistato. Nel caso in cui l’unico aiuto fornito o quello considerato più importante sia di tipo non economico si dà conto del numero totale di ore destinate alla sua erogazione nell’arco dei 12 mesi precedenti l’intervista. In tal modo è possibile quantificare il tempo complessivo dedicato alla solidarietà tra famiglie e distinguere le specificità di genere nell’erogazione dei differenti tipi di aiuto.



Definizioni

Ore di aiuto erogate: Con riferimento all’aiuto ritenuto più importante o all’unico aiuto fornito viene indicato il destinatario o i destinatari dell’aiuto, il numero di volte in cui è stato fornito e, nel caso di aiuti non economici, quanto è durato in media ogni volta. Se lo stesso tipo di aiuto è stato prestato anche altre volte nel corso dei 12 mesi precedenti l’intervista è possibile indicare quante altre volte e per quante ore in media ogni volta. Viene, infine, rilevato se l’unico aiuto o il più importante è stato prestato nell’ambito di un gruppo di volontariato.

Grafico e dati (xls 391 kbyte)
 

webinfo
disclaimer - copyright - privacy

Istat - Istituto nazionale di statistica
Via Cesare Balbo 16 00184 - Roma tel. +39 06 46731