Istat.it lunedì 27 marzo 2017, ore 22:30 
  Home   separatore grafico   L'Istituto   separatore grafico   Sala stampa   separatore grafico   Dati e prodotti   separatore grafico   Servizi   separatore grafico   Strumenti   separatore grafico   Censimenti   decorazione grafica
decorazione grafica vai al nuovo www.istat.it  freccia
Dati e prodotti
Home : Dati e prodotti : Tavole di dati : Monte ore lavorate per la produzione del Pil
Stampa il testo Ingrandisci il testo

Monte ore lavorate per la produzione del Pil



argomenti

Periodo di riferimento: Anni 1980-2010
Diffuso il: 20 giugno 2011

L'Istat diffonde le stime sull'ammontare complessivo delle ore di lavoro sottostanti il prodotto interno lordo (Pil). Tale ammontare comprende l'insieme delle ore effettivamente lavorate, sia retribuite che non retribuite in qualsiasi posizione professionale (dipendente e indipendente), finalizzate alla produzione del reddito.

Il monte ore stimato nell'ambito dei conti economici nazionali rappresenta un indicatore dell'intensità e della durata effettiva del lavoro prestato nell'attività di produzione. Tale misura dell'input di lavoro incorpora i cambiamenti degli orari pro-capite di fatto (dovuti alla diffusione del part-time, ai cambiamenti del normale orario di lavoro, alle variazioni dello straordinario e delle assenze dal lavoro) e le modificazioni del livello dell'occupazione, misurato in termini di posizioni lavorative.

La misura di riferimento per il calcolo del monte ore è rappresentata dalle ore lavorate in ciascuna posizione lavorativa prestata presso unità produttive residenti dislocate sul territorio economico, a prescindere dalla residenza e dalla nazionalità delle persone che le hanno svolte (concetto di occupazione interna). Le stime rispondono, inoltre, ad un'esigenza di esaustività, che tiene conto sia del tempo di lavoro impiegato in posizioni lavorative primarie e plurime regolarmente registrate, sia di quello prestato in attività non regolari, in quanto non dichiarate al fisco o alle istituzioni previdenziali e assicurative.

Le stime sul monte ore lavorate sono accompagnate da altre misure dell’input di lavoro per consentire la costruzione di specifici indicatori: gli occupati in termini di persone fisiche; le posizioni lavorative che stimano il numero delle attività svolte da ciascun occupato; le unità di lavoro (ULA) ottenute dalla somma delle posizioni lavorative a tempo pieno e dalle posizioni lavorative a tempo parziale (principali e secondarie) trasformate in unità equivalenti a tempo pieno.

I dati sul monte ore lavorate sono diffusi, ad un dettaglio di 29 branche di attività economica della NACE Rev.1.1, per il periodo 1980-2010 mentre le stime sugli occupati interni, sulle unità di lavoro e sulle posizioni lavorative, essendo più consolidate, si riferiscono al periodo 1970-2010. I dati sugli occupati e sulle unità di lavoro sono disponibili con un dettaglio settoriale più ampio (50 branche di attività economica della classificazione Nace Rev.1.1) su questo sito nel settore conti nazionali.



download

frecciaIndice delle taole
PDF (82 kbyte)

frecciaTavole
ZIP (79 kbyte)

frecciaNota metodologica
PDF (130 kbyte)

frecciaGlossario
PDF (107 kbyte)

frecciaApprofondimenti
PDF (93 kbyte)


per informazioni
Servizio Domanda finale di beni e servizi, impiego dei fattori produttivi, misure di produttività
Federica Battellini
tel.06 4673.3149
battelli@istat.it
Antonella Baldassarini
tel.06 4673.3148
anbaldas@istat.it

Centro diffusione dati
tel. 06 4673.3102-3-5-6
fax 06 4673.3101-7
cont@ct centre

Sportello per i giornalisti
tel. 06 4673.2243-44
fax 06 4673.2239-40
cont@ct centre
 

webinfo
disclaimer - copyright - privacy

Istat - Istituto nazionale di statistica
Via Cesare Balbo 16 00184 - Roma tel. +39 06 46731