Istat.it martedì 26 settembre 2017, ore 00:18 
  Home   separatore grafico   L'Istituto   separatore grafico   Sala stampa   separatore grafico   Dati e prodotti   separatore grafico   Servizi   separatore grafico   Strumenti   separatore grafico   Censimenti   decorazione grafica
decorazione grafica vai al nuovo www.istat.it  freccia
L'Istituto
Home : L'Istituto : Audizioni : Audizione del 17 novembre 2008
Stampa il testo Ingrandisci il testo

Indagine conoscitiva sul disegno di legge n. 1117 sul federalismo fiscale








Roma, 17 novembre 2008

Commissioni riunite

Senato della Repubblica
I Commissione "Affari Costituzionali"
V Commissione "Bilancio"
VI Commissione "Finanze e Tesoro"

Audizione del Presidente dell'Istat Luigi Biggeri


Il ddl recante "Delega al Governo in materia di federalismo fiscale, in attuazione dell’articolo 119 della Costituzione" attiene all’applicazione del Titolo V per la parte riguardante le modalità di finanziamento delle autonomie locali. Costituisce, quindi, il cardine su cui ruota il complessivo disegno di riorganizzazione del sistema delineato dalla Carta costituzionale.

I principi di sussidiarietà, adeguatezza e differenziazione comportano che l’attribuzione e la riorganizzazione delle funzioni amministrative ai livelli locali di governo debba costituire l’occasione per superare qualunque sovrapposizione e ripetizione di ruoli, con l’azzeramento effettivo in capo agli enti conferenti di tutte le risorse destinate all’espletamento delle funzioni trasferite.

In termini di efficienza di sistema, è anche necessario che l’esercizio di una funzione non sia segmentato fra più soggetti ma, per quanto possibile, sia accorpato in capo ad un'unica amministrazione.

Su tali aspetti interverrà il ddl delega sul codice delle autonomie, la cui importanza in relazione al ddl sul federalismo fiscale oggetto della presente audizione risiede, appunto, nel fatto che ad esso è demandata l’individuazione delle funzioni fondamentali degli enti locali e la loro assegnazione agli stessi in attuazione dell’art. 118 Costituzione.

Questo nuovo assetto di funzioni dovrà necessariamente fondarsi su una solida base di dati di supporto che consenta di operare correttamente sia per l’attribuzione delle risorse (in sede di prima applicazione) sia per la gestione e per il monitoraggio del nuovo sistema. Le corrispondenti esigenze informative dovranno essere soddisfatte sulla base delle fonti esistenti ma anche sulla base di nuovi flussi informativi e soprattutto sull’integrazione delle fonti esistenti e sul coordinamento metodologico (in termini di classificazioni, concetti e definizioni) e organizzativo.

Per documentare quale sia lo stato attuale delle fonti informative potenzialmente utilizzabili vengono allegate al testo dell'audizione due sintesi delle basi di dati disponibili per la finanza pubblica e per l’informazione statistica con dettaglio territoriale:


download
 

webinfo
disclaimer - copyright - privacy

Istat - Istituto nazionale di statistica
Via Cesare Balbo 16 00184 - Roma tel. +39 06 46731