Istat.it lunedì 27 marzo 2017, ore 22:23 
  Home   separatore grafico   L'Istituto   separatore grafico   Sala stampa   separatore grafico   Dati e prodotti   separatore grafico   Servizi   separatore grafico   Strumenti   separatore grafico   Censimenti   decorazione grafica
decorazione grafica vai al nuovo www.istat.it  freccia
L'Istituto
Home : L'Istituto : Audizioni : Audizione 24 maggio 2011
Stampa il testo Ingrandisci il testo

Indagine conoscitiva sulla situazione dei mercati delle sementi e degli agrofarmaci








Roma, 24 maggio 2011


Commissione permanente “Agricoltura” della Camera dei Deputati


Audizione del Presidente dell'Istat Enrico Giovannini


Le informazioni statistiche prodotte dall’Istat hanno lo scopo di fornire un quadro di alcuni aspetti strutturali e dinamici rilevanti per l’Indagine conoscitiva promossa dalla Commissione permanente “Agricoltura” della Camera dei Deputati, centrando l’attenzione, in particolare, su tre aspetti:


  • mercato degli agrofarmaci e delle sementi;
  • tendenze dei prezzi dei prodotti venduti e di quelli acquistati dagli agricoltori italiani;
  • risultati economici e struttura dei costi delle aziende agricole.

Secondo i dati dell’indagine sulla distribuzione per uso agricolo dei prodotti fitosanitari, nel periodo che va dal 2003 al 2009 il mercato distributivo degli agrofarmaci conferma la persistenza di un elevato grado di concentrazione delle imprese: la metà della distribuzione nazionale è commercializzata dal 9 per cento delle imprese.

Nel periodo che va dal 2001 al 2009, il mercato distributivo delle sementi è diminuito di circa 256 mila quintali, pari al meno 5,8 per cento. Più dell’80 per cento della distribuzione di sementi proviene da produzione nazionale e tale valore è abbastanza stabile negli anni.

Nell’ultimo decennio i prezzi dell’input del settore agricolo, misurati dall’indice dei prezzi alla produzione dei prodotti acquistati dagli agricoltori1, sono aumentati di circa il 39,0 per cento.

La ragione di scambio, ovvero il rapporto tra l’indice dei prezzi dei prodotti venduti e l’indice dei prezzi dei prodotti acquistati dagli agricoltori, a partire dal 2003 ha invertito la tendenza favorevole alle aziende agricole che aveva caratterizzato il periodo precedente.

Nel 2008 le aziende agricole italiane appartenenti all’universo di riferimento Ue sono 1,6 milioni. Esse occupano 1,2 milioni di unità di lavoro, con una produzione di 40,8 miliardi di euro e un valore aggiunto di 23 miliardi di euro, valutati ai prezzi base. Il 97,1 per cento è costituito da aziende individuali e il 98 per cento è a conduzione diretta. L’8,5 per cento delle aziende produce esclusivamente per l’autoconsumo, mentre il peso delle unità produttive multifunzionali appare significativo in termini di numerosità (10,6 per cento), ULA (17,8 per cento), produzione (25 per cento) e valore aggiunto (24,9 per cento).



download
 

webinfo
disclaimer - copyright - privacy

Istat - Istituto nazionale di statistica
Via Cesare Balbo 16 00184 - Roma tel. +39 06 46731