Istat.it lunedì 24 aprile 2017, ore 19:14 
  Home   separatore grafico   L'Istituto   separatore grafico   Sala stampa   separatore grafico   Dati e prodotti   separatore grafico   Servizi   separatore grafico   Strumenti   separatore grafico   Censimenti   decorazione grafica
decorazione grafica vai al nuovo www.istat.it  freccia
Istruzione e lavoro
Home : Istruzione e lavoro : Retribuzioni contrattuali
Stampa il testo Ingrandisci il testo
in english

Retribuzioni contrattuali: dati congiunturali

tutti i prodotti
banche dati

Base dicembre 2005=100
Periodo di riferimento: Giugno 2011
Diffuso il: 28 luglio 2011

L'Istat produce indicatori mensili sulle "retribuzioni contrattuali" determinate sulla base delle misure tabellari previste negli accordi collettivi nazionali di lavoro.

A partire da aprile 2009 l'Istat ha avviato la pubblicazione della nuova serie dell'indice delle retribuzioni contrattuali con base di riferimento dicembre 2005=100 (le pubblicazioni delle serie precedenti avevano come base di riferimento il mese di dicembre 2000).

Il periodico cambiamento della base si rende necessario per tenere conto delle modificazioni che intervengono nella distribuzione dell'occupazione dipendente e per migliorare la valutazione dei diversi elementi che contribuiscono a determinare il valore della retribuzione lorda contrattuale. Il ribasamento consente quindi di mantenere elevata la capacità dell'indice di rappresentare l'andamento congiunturale delle retribuzioni contrattuali.

Per la sintesi degli indici elementari in tutte le aggregazioni previste viene utilizzato un sistema di ponderazione fisso, i cui elementi si riferiscono alla situazione rilevata nel periodo assunto come base.

Nel caso di rinnovo contrattuale, i nuovi accordi vengono applicati soltanto dal momento in cui viene siglato l'accordo (nel settore privato) o generalmente a seguito della pubblicazione del testo sulla Gazzetta Ufficiale (nel settore pubblico).

Gli indicatori non sono suscettibili di revisioni.

Gli indici delle retribuzioni contrattuali sono calcolati e resi disponibili agli utilizzatori secondo due distinte modalità di classificazione e aggregazione:
a) per contratti e raggruppamenti di contratto;
b) per attività economica sulla base della classificazione Ateco 2007.

Nel comunicato stampa mensile e in tutte le altre forme di diffusione gli indici delle retribuzioni contrattuali sono pubblicati secondo la prima modalità di presentazione: i singoli contratti sono attribuiti ai diversi raggruppamenti secondo l'attività economica prevalente all'interno di ciascun contratto.

Gli indici sono disponibili anche per gruppo, divisione e sezione di attività economica (definite nella nuova classificazione Ateco 2007). In questa seconda modalità di calcolo, l'incidenza del singolo contratto nel gruppo, divisione o sezione dell'Ateco è quella ricostruita in base a una tabella di corrispondenza tra Ateco e contratti che rispecchia la distribuzione dei dipendenti per contratto e per attività economica dell'impresa.

N.B. Soltanto a partire da gennaio 2009 la serie nella nuova base produce gli effetti giuridici che le norme vigenti ricollegano agli indici calcolati dall'Istat.




download


per informazioni
Statistiche congiunturali sull'occupazione
e sui redditi

via Tuscolana, 1782
00173 Roma

Angela Golino
tel. +39 06 46736242
 

webinfo
disclaimer - copyright - privacy

Istat - Istituto nazionale di statistica
Via Cesare Balbo 16 00184 - Roma tel. +39 06 46731