Istat.it domenica 28 maggio 2017, ore 06:43 
  Home   separatore grafico   L'Istituto   separatore grafico   Sala stampa   separatore grafico   Dati e prodotti   separatore grafico   Servizi   separatore grafico   Strumenti   separatore grafico   Censimenti   decorazione grafica
decorazione grafica vai al nuovo www.istat.it  freccia
Sala stampa
Home : Sala stampa : Comunicati : Altre note per la stampa : I servizi alle persone senza dimora
Stampa il testo Ingrandisci il testo

I servizi alle persone senza dimora



argomenti

Statistiche in breve
Periodo di riferimento: Anno 2010
Diffuso il: 13 dicembre 2010

Un individuo è considerato persona senza dimora quando versa in uno stato di povertà materiale e immateriale, è portatore di un disagio complesso, dinamico e multiforme. La condizione di persona senza dimora è connotata dal forte disagio abitativo, cioè dall’impossibilità e/o incapacità di provvedere autonomamente al reperimento e al mantenimento di un’abitazione in senso proprio.

La rilevazione, condotta per la prima volta, coinvolge 158 comuni italiani selezionati in base alla loro ampiezza demografica ed è ancora in corso. Di seguito vengono riportati i risultati provvisori relativi a organizzazioni ed enti che forniscono servizi alle persone senza dimora in 31 comuni italiani, anche con riferimento alle diverse tipologie dei servizi offerti. Si tratta dei comuni in cui è stata conclusa la rilevazione di tutte le organizzazioni o enti che erogano servizi di mensa e/o accoglienza notturna e dove risulta molto contenuto (inferiore al 10 per cento) il tasso di caduta relativo agli altri servizi considerati dall’indagine.

Nei 31 comuni considerati sono state censite 115 organizzazioni o enti che erogano direttamente almeno uno dei servizi oggetto di rilevazione. Nel 79 per cento dei casi si tratta di istituzioni o organizzazioni private e per il restante 21 per cento di istituzioni o enti pubblici. In circa i due terzi dei comuni, i servizi alle persone senza dimora sono direttamente erogati sia da enti pubblici che da organizzazioni private. Nei comuni dove non si registra l’erogazione diretta da parte di enti pubblici, si osserva sempre, tuttavia, la presenza di organizzazioni private che contano su un finanziamento pubblico.



download

frecciaTesto integrale
PDF (384 kbyte)


per informazioni
Condizioni economiche delle famiglie
Via Ravà, 150 00142 Roma
Isabella Siciliani
Tel. + 39 06 4673.4707
e-mail: sicilian@istat.it

Sportello per i giornalisti
tel. 06 4673.2243-4
fax 06 4673.2240
cont@ct centre

Centro diffusione dati
tel. 06 4673.3102-3-5-6
fax 06 4673.3101-7
cont@ct centre
 

webinfo
disclaimer - copyright - privacy

Istat - Istituto nazionale di statistica
Via Cesare Balbo 16 00184 - Roma tel. +39 06 46731