Istat.it venerdì 26 maggio 2017, ore 16:59 
  Home   separatore grafico   L'Istituto   separatore grafico   Sala stampa   separatore grafico   Dati e prodotti   separatore grafico   Servizi   separatore grafico   Strumenti   separatore grafico   Censimenti   decorazione grafica
decorazione grafica vai al nuovo www.istat.it  freccia
Sala stampa
Home : Sala stampa : Comunicati : Altre note per la stampa : Bilanci consuntivi amministrazioni provinciali
Stampa il testo Ingrandisci il testo

I bilanci consuntivi delle amministrazioni provinciali



argomenti

Statistiche in breve
Periodo di riferimento: Anno 2009
Diffuso il: 19 maggio 2011

Nel 2009 le entrate complessive accertate delle amministrazioni provinciali sono pari a 12.732 milioni di euro, in diminuzione dell’8,3% rispetto all’anno precedente. Le entrate correnti risultano in calo del 2,0%, quelle in conto capitale del 26,1%, le entrate per l’accensione di prestiti del 22,7%.

Le entrate complessive riscosse (12.486 milioni di euro) si riducono del 7,8% rispetto all’esercizio precedente, le entrate correnti risultano stabili, mentre quelle in conto capitale e quelle per l’accensione di prestiti presentano variazioni negative (rispettivamente -33,6% e -7,4%).

Rispetto al 2008 scende la quota delle entrate tributarie, che rappresentano il 47,1% delle entrate correnti, e quella delle entrate extra-tributarie (7,5%); cresce invece la quota di entrate per contributi e trasferimenti (45,3% delle entrate correnti).

Le province del Friuli-Venezia Giulia presentano il massimo valore pro capite delle entrate per contributi e trasferimenti (39,23 euro), le province della Puglia quello minimo (5,21 euro).

Le spese complessive impegnate delle province per l’anno 2009 (13.070 milioni di euro) si riducono del 9,2% rispetto all’anno precedente. Le spese correnti risultano in leggera diminuzione (-0,1%), mentre le spese in conto capitale calano in misura consistente (-28,4%). Infine, le spese per il rimborso di prestiti aumentano leggermente (+0,1%).

Le spese complessive pagate sono stimate pari a 12.821 milioni di euro, in diminuzione del 5,3% rispetto al 2008. Le spese correnti, quelle in conto capitale e quelle per il rimborso di prestiti presentano tutte variazioni negative (rispettivamente -4,6%, -7,9% e -0,5%).

La quota delle spese per il personale, che costituiscono il 25,8% delle spese correnti, risulta stabile rispetto all’esercizio precedente, mentre è in crescita quella per l’acquisto di beni e servizi (45,1%); in leggero calo anche la quota delle altre spese correnti.



download

frecciaTesto integrale
PDF (315 kbyte)


per informazioni
Roberta Di Stefano
tel. 06 46736402
rodistef@istat.it

Sportello per i giornalisti
tel. 06 4673.2243-4
fax 06 4673.2240
cont@ct centre

Centro diffusione dati
tel. 06 4673.3102-3-5-6
fax 06 4673.3101-7
cont@ct centre
 

webinfo
disclaimer - copyright - privacy

Istat - Istituto nazionale di statistica
Via Cesare Balbo 16 00184 - Roma tel. +39 06 46731