Istat.it venerdì 24 marzo 2017, ore 00:54 
  Home   separatore grafico   L'Istituto   separatore grafico   Sala stampa   separatore grafico   Dati e prodotti   separatore grafico   Servizi   separatore grafico   Strumenti   separatore grafico   Censimenti   decorazione grafica
decorazione grafica vai al nuovo www.istat.it  freccia
Servizi
Home : Servizi : Concorsi e selezioni
Stampa il testo Ingrandisci il testo
in english

Concorsi e selezioni










Lo strumento principale di reclutamento del personale presso l'Istat è quello dell'avvio di procedure selettive, nel rispetto del principio costituzionale della obbligatorietà del concorso pubblico per l'accesso all'impiego presso le pubbliche amministrazioni (art. 97 Cost.) e dell'art. 35 del d.lgs n. 165/01 (recante "Norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche").

È inoltre previsto l'accesso extraconcorsuale, mediante avviamento degli iscritti al collocamento per le qualifiche e i profili per cui è richiesto il solo requisito della scuola dell'obbligo e per gli appartenenti alle categorie protette ai sensi della legge n. 68/99, nonché con chiamata nominativa per le vittime del terrorismo e della criminalità organizzata.

Le procedure di reclutamento vengono pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale e su questo sito.

L'ordinamento del personale è articolato in tre aree: area della ricerca; area tecnologica; area amministrativa. In ciascuna area sono compresi diversi profili professionali, articolati su nove livelli economici: il livello più alto è il primo, mentre i successivi costituiscono i gradini inferiori della piramide.


Concorsi

CONTRATTI A TEMPO INDETERMINATO

Selezioni

CONTRATTI A TEMPO DETERMINATO

AFFIDAMENTO DI INCARICHI

BORSE DI STUDIO






Concorsi per contratti a tempo indeterminato


In base a quanto previsto dal DPR n. 171/91 di recepimento delle norme concernenti il personale delle istituzioni e degli Enti di ricerca, il reclutamento per pubblico concorso avviene per i livelli I-III e per il livello di base di ciascun profilo collocato tra il IV ed il IX livello professionale.
L'ente, inoltre, in presenza di specifiche esigenze funzionali può procedere ad assunzioni tramite concorso pubblico anche per il IV livello del profilo di collaboratore tecnico e di funzionario d'amministrazione nel limite del 2% della dotazione del profilo interessato.


I requisiti


Le procedure concorsuali vengono espletate nel rispetto del DPR n. 487/94 successivamente modificato e integrato. Tra i requisiti richiesti, il titolo di studio e l'idoneità fisica sono previsti in relazione alla posizione funzionale per cui si concorre. Per tutti i livelli è sempre richiesta la conoscenza dell'uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche, nonché la conoscenza parlata e scritta di almeno una lingua straniera.
I concorsi relativi ai primi tre livelli sono rivolti a profili di alta professionalità. In particolare, per i terzi livelli è richiesto il titolo di dottore di ricerca nella materia pertinente l'area concorsuale prescelta o, nella stessa area, la documentata esperienza professionale in attività di ricerca scientifica e/o tecnologica di almeno un triennio post-laurea.
Per il profilo di dirigente tecnolgo e di primo tecnologo sono richiesti rispettivamente 12 e 8 anni di specifica esperienza professionale.
Per i livelli dal quarto al nono, i requisiti di accesso al concorso consistono nel titolo di studio richiesto per ciascun livello e nelle comuni attitudini allo svolgimento delle mansioni previste nelle diverse aree di attività. Per alcune specifiche aree è richiesta anche una precedente esperienza lavorativa. Per i profili per i quali è richiesto il diploma di primo grado, l'accesso avviene con selezione per accertamento dell'idoneità.


Le prove del concorso


Per i profili di primo e di secondo livello, che inquadrano il personale con ruoli di maggiore e più complessa responsabilità, il concorso prevede la valutazione dei titoli e un colloquio con i candidati (per il profilo di dirigente di ricerca si valutano solo i titoli). Per i profili di terzo livello sono previste, in aggiunta, due prove scritte.
I concorsi per i profili intermedi prevedono la valutazione dei titoli di istruzione richiesti per ciascun livello e di eventuali altri acquisiti, e lo svolgimento di prove di esame scritte e orali. Per i profili di base, è richiesto l'assolvimento dell'obbligo scolastico e sono previste apposite selezioni tra gli iscritti nelle liste di collocamento.


La carriera


Il CCNL prevede anche le progressioni di livello nei profili, con esclusione dei profili professionali di ricercatore e di tecnologo per i quali non è ammessa mobilità da altri profili e l'accesso ad ognuno dei livelli I, II e III è previsto esclusivamente attraverso concorso pubblico nazionale. Per tutti gli altri profili professionali la progressione di livello avverrà mediante procedure selettive nei confronti del personale rivestente il profilo interessato, che abbia maturato, rispettivamente, 6 anni di servizio per ogni livello dei profili di collaboratore tecnico enti di ricerca, operatore tecnico e ausiliario tecnico e 5 anni di servizio per ogni livello dei profili di funzionario di amministrazione, collaboratore di amministrazione, operatore di amministrazione e ausiliario di amministrazione (art. 13, comma 3, lett. b del DPR n. 171/91).
Per il personale appartenente ai livelli IV-IX, infine, il CCNL disciplina le progressioni economiche che si realizzano mediante l'attribuzione di due successive posizioni economiche attraverso procedure selettive da attuare con cadenza biennale per coloro che hanno maturato un'anzianità di servizio di almeno 5 anni nel livello apicale di appartenenza o nella posizione economica inferiore. Entrambe le procedure selettive sono attuate, con cadenza biennale, da apposite commissioni costituite dall'ente che procedono alla formazione della graduatoria in base alla verifica dell'anzianità di servizio, formazione, titoli e verifica dell'attività professionale svolta; l'attribuzione dei punteggi avviene secondo quanto determinato dal CCNL stesso.


Concorsi
Diario prove
Graduatorie





Selezioni


Per contratti a tempo determinato


Le procedure di selezione pubblica possono riguardare anche rapporti di lavoro a tempo determinato, quest'ultimo previsto espressamente dall'art. 36 del citato d.lgs n. 165/01, che concede alla pubblica amministrazione di avvalersi anche di altre forme contrattuali flessibili di assunzione e di impiego del personale, nel rispetto delle disposizioni sul reclutamento di personale sopra richiamate.
I contratti a tempo determinato sono disciplinati dal d.lgs n. 368/01. Possono essere stipulati a fronte di ragioni di carattere tecnico, produttivo, organizzativo o sostitutivo. Si rivolgono a personale diplomato o laureato da inserire in progetti di ricerca e di supporto tecnico amministrativo a tempo determinato. Nel caso di ricerca di particolari professionalità l'Istat può emanare specifici bandi che sono pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale.


Per affidamento di incarichi


Le selezioni sono finalizzata alla stipulazione di contratti di prestazione d'opera, ai sensi degli artt. 2222 e segg. del codice civile, nella forma di rapporto di collaborazione coordinata e continuativa, senza alcun vincolo di subordinazione.
Le selezioni sono anche finalizzate alla ricerca di alte professionalità.


Per borse di studio


Le borse di studio vengono assegnate a giovani laureati ed a laureandi al fine di svolgere studi e ricerche presso l'Istat.
Esse vengono attribuite a seguito di pubbliche selezioni, per titoli e colloquio ed hanno la durata di undici mesi rinnovabili.
I settori disciplinari e l'importo della borsa vengono individuati dal consiglio in sede di approvazione del piano triennale di attività.


Selezioni
Graduatorie





 

webinfo
disclaimer - copyright - privacy

Istat - Istituto nazionale di statistica
Via Cesare Balbo 16 00184 - Roma tel. +39 06 46731