Istat.it lunedì 27 marzo 2017, ore 22:22 
  Home   separatore grafico   L'Istituto   separatore grafico   Sala stampa   separatore grafico   Dati e prodotti   separatore grafico   Servizi   separatore grafico   Strumenti   separatore grafico   Censimenti   decorazione grafica
decorazione grafica vai al nuovo www.istat.it  freccia
Strumenti
Home : Strumenti : : Indagini: questionari e informazioni : Inserimento professionale dei dottori di ricerca
Stampa il testo Ingrandisci il testo

Indagine definitiva sull’inserimento professionale dei dottori di ricerca






Che cosa è

l’“Indagine definitiva sull’inserimento professionale dei dottori di ricerca”, ha l’obiettivo di conoscere i tempi e le modalità di collocamento nel mondo del lavoro di chi ha concluso un corso di dottorato di ricerca nel 2004 e nel 2006.
L’indagine fa parte, unitamente all’indagine campionaria sui percorsi di studio e di lavoro dei diplomati di scuola secondaria superiore e all’indagine sull'inserimento professionale dei laureati del sistema integrato di rilevazioni Istat sulla transizione dal mondo dell’istruzione a quello del lavoro.
Il sistema rappresenta, da una parte, una rilevante fonte di dati per l'analisi comparativa della resa dei diversi titoli di studio sul mercato del lavoro, dall’altra, uno strumento utile per valutare l'efficacia del sistema di istruzione superiore nel suo complesso. Le indagini consentono tra l'altro di indagare sull'influenza dell'origine sociale, sia sul processo di selezione scolastica e universitaria, sia sul processo di transizione al lavoro.
La rilevazione è svolta attraverso due modalità: intervista telefonica e acquisizione via Web.
L’indagine rientra tra quelle comprese nel Programma statistico nazionale, che raccoglie l'insieme delle rilevazioni statistiche necessarie al Paese.

 

Chi la conduce

La Direzione Centrale per le statistiche e le indagini sulle istituzioni sociali e il Servizio Istruzione e cultura dell'Istat.

 

Chi viene intervistato

I dottori di ricerca a tre e a cinque anni circa dal conseguimento del titolo.

 

La lettera di preavviso

Ai dottori di ricerca, prima dell'intervista, viene inviata una lettera firmata dal Presidente dell'Istat in cui viene presentata l'indagine e vengono indicati recapiti telefonici a cui potersi rivolgere per eventuali informazioni.

 

Periodo di rilevazione

La rilevazione viene svolta ogni tre anni. Le interviste telefoniche vengono effettuate in orario serale, tra le 18:30 e le 21:30 (oppure in altre fasce orarie previo appuntamento).

 

Chi effettua l'intervista

Una Società aggiudicataria della gara d’appalto bandita dall’Istat effettua materialmente le interviste telefoniche: nel corso del 2009-2010 la raccolta dei dati è stata effettuata dalla Società Almaviva, mediante un software sviluppato dall’Istat che utilizza il sistema Blaise per l’implementazione del questionario elettronico CATI. Inoltre, per alcuni quesiti, poco adatti ad un’intervista telefonica, è stato predisposto un sistema di acquisizione via Web: il dottore di ricerca accede al sito https://indata.istat.it/dric per compilare i campi richiesti.

 

Il questionario di rilevazione

Il questionario di rilevazione si articola in cinque sezioni. La prima sezione è dedicata al curriculum degli studi e alle attività di qualificazione, la seconda al lavoro, la terza alla ricerca del lavoro, la quarta alla mobilità (con particolare riferimento a quella internazionale) e nella quinta si raccolgono notizie relative alla famiglia dell’intervistato.

 

Modalità di diffusione dei dati

I dati d’indagine vengono resi disponibili mediante il rilascio del File Standard e i principali risultati vengono diffusi nei volumi generali dell'Istat (ASI, Conoscere l'Italia, Compendio statistico italiano). E’ inoltre prevista la diffusione di Statistiche in Breve e di volumi specifici della Collana informazioni (consultabili al Settore - Istruzione e lavoro - Formazione e istruzione).

 

Il segreto statistico

L'Istat è tenuto per legge a rispettare il segreto statistico (D. Lgs.322/89). I dati raccolti in occasione di indagini possono essere utilizzati esclusivamente a fini statistici e non possono essere comunicati ad altre istituzioni o persone, se non elaborati e pubblicati sotto forma di tabelle e in modo tale che non sia possibile alcun riferimento individuale. Ai sensi della legge che disciplina la tutela della privacy (D.Lgs.196/2003), titolare delle rilevazioni è l'Istat.

 

Chi usufruisce dei dati

Istituzioni, Enti di ricerca Nazionali e Internazionali, l'ufficio di statistica delle Comunità europee (Eurostat), Università, studenti e tutti i cittadini che ne sono interessati.

 

Titolarità dei dati

Titolare del trattamento dei dati personali raccolti con la presente indagine è l'Istat - Istituto nazionale di statistica, Via Cesare Balbo, 16 - 00184 Roma; responsabile del trattamento dei dati personali, per l'ISTAT, è il Direttore Centrale per le statistiche e le indagini sulle istituzioni sociali al quale è possibile rivolgersi anche per quanto riguarda l’esercizio dei diritti dell’interessato.

 



download

La lettera
ai dottori di ricerca

Istruzioni
per l'uso della procedura telematica

Il segreto statistico




per informazioni
Servizio Istruzione e Cultura
Francesca Brait
Tel. ++39 6 46737422 Fax. ++39 6 46737607
email: brait@istat.it
 

webinfo
disclaimer - copyright - privacy

Istat - Istituto nazionale di statistica
Via Cesare Balbo 16 00184 - Roma tel. +39 06 46731